Casa, Cucina

Come facilitarti la vita in casa: robot, scope elettriche e aspirapolvere a confronto

Oggi le parole d’ordine, quando si parla di vita in casa e pulizia, sono efficienza energetica e manovrabilità. Il mercato propone moltissime soluzioni per tenere la casa in ordine, che si tratti di piccole o grandi superfici.

Per rendere la casa linda sono disponibili sul mercato diversi tipi di elettrodomestici: dai robot, agli aspirapolvere, ai diversi tipi di scope elettriche. Ma quali sono le differenze sostanziali? Ecco un breve excursus panoramico sulle diverse possibilità offerte dal mercato, con tutti i pro e i contro.

Vita in casa: i robot tuttofare

Sono presenti sul mercato da diversi anni e ogni anno sono sempre di più i modelli disponibili. Hanno il grande vantaggio di avere dimensioni compatte e un peso ridotto, oltre al fatto che sono completamente autonomi nella gestione delle superfici.

Infatti si tratta di attrezzature che si spostano in autonomia, gestendo attraverso i sensori il percorso più adeguato. Inoltre, gli ultimi modelli sono particolarmente silenziosi e agili. Prima dell’acquisto è bene informarsi riguardo all’autonomia garantita (solitamente circa 2 ore) e alle dimensioni del serbatoio, oltre alle funzionalità dei sensori, veri e propri ‘visori’ che permettono al robot di regolare percorso e velocità.

Vita in casa: scope elettriche

La scopa elettrica è ormai in grande classico in tutte le case. È leggera, semplice da utilizzare, maneggevole e perfetta per ogni superficie. I modelli recenti ti permettono anche di aspirare la polvere che si annida sui divani o nei materiassi, grazie alla potenza migliorata e ai diversi tipi di accessori solitamente disponibili.

Sul mercato sono disponibili, inoltre, diversi modelli wireless dotati di batteria ricaricabile e modelli che integrano accessori per l’aspirazione ridotta. Un aspetto da valutare bene, prima dell’acquisto, oltre alla potenza, è la durata della batteria ricaricabile. È bene valutare sempre il tempo di ricarica e la relativa autonomia (solitamente fino a un’ora), oltre a selezionare il modello con le funzioni più adeguate per le diverse necessità.

Vita in casa: aspirapolvere

Si tratta dei modelli più classici. Gli aspirapolvere a traino sono solitamente più potenti delle scope elettriche e ti permettono di pulire superfici ampie e diversificate. Sono dotati di ruote e di tubo flessibile, con diversi accessori che ti permetteranno di raggiungere gli angoli della casa più reconditi. Gli aspirapolvere hanno solitamente un filtraggio a sacco (da sostituire una volta pieno) o un sistema ciclonico, dotato di un contenitore a estrazione, da pulire al termine dell’utilizzo.

E i consumi? Per quanto riguarda gli aspirapolvere e le scope elettriche i consumi, gli apparecchi in commercio devono essere dotati, per legge, di apposita label contenente i dati relativi alla classe di efficienza energetica, che va dalla A alla G.

Gli apparecchi hanno un limite massimo di 1600 Watt e devono garantire una capacità di aspirazione adeguata alle diverse superfici. I robot, invece, non sono dotati al momento di classe di efficienza energetica.

Scrivi un commento