Casa

Scoppia il caldo: come raffreddare la casa e avere aria fresca senza aria condizionata

Sarà per le estati sempre più calde e umide, sarà per il clima che di anno in anno sembra più insopportabile che mai, sta di fatto che ci sembra di non poter più fare a meno dell’aria condizionata in casa. Eppure, raffreddare la casa con rimedi naturali e godersi l’aria fresca anche in assenza di condizionatori è possibile, oltre che più ecologico per l’ambiente.

Raffreddare la casa: persiane, tapparelle e finestre

Tapparelle e persiane vanno abbassate per riparare la casa nelle ore più calde della giornata, quelle centrali e pomeridiane, soprattutto se esposte a sud o a ovest, dove il sole picchia con più intensità. Con questo accorgimento la temperatura si abbasserà fino al 30%.

Sì all’aria fresca, ma al momento giusto. Per rinfrescare le stanze il più possibile e combattere il caldo chiudete le finestre di giorno e tenetele aperte durante la notte, fino alla mattina presto. Scegliete tende di colore bianco, che riflettono e respingono i raggi del sole.

Balconi e terrazzi per combattere il caldo: se siete così fortunati da possedere un terrazzo o un balcone, attrezzateli con un ombrellone, delle tende e molte piante, in modo da ombreggiare la casa, assorbire il calore dei raggi del sole e godervi il fresco sedendovi comodamente all’ombra.

Elettrodomestici e lampade: come usarli contro il caldo

È noto che gli elettrodomestici in standby, anche se apparentemente spenti, consumano energia e producono calore: meglio staccarli dalla presa di corrente mentre non li usate. Vale la pena inoltre sostituire tutte le lampadine, anche se a basso consumo, con luci LED, che non producono calore e hanno una lunghissima durata, oltre a essere ancora più ecologiche.

Limitate al massimo l’uso del phon e dell’asciugatrice; probabilmente bucato e capelli si asciugheranno ugualmente in pochi istanti. Attenzione anche al menù: se volete mantenere la casa fresca è meglio non attardarsi a cucinare ai fornelli e preparare qualche pasto a cottura veloce, se non verdura e frutta di stagione fresche e crude.

Aria fresca con il ventilatore

Se volete concedervi un ventilatore, sappiate che è una soluzione più ecologica e meno dispendiosa dell’aria condizionata, la quale consuma una quantità di energia circa 15 volte maggiore.

Oltre ai ventilatori classici, a colonna o da tavolo, oggi esistono anche i ventilatori ad acqua o nebulizzatori, ideali per esterni, che sprigionano una provvidenziale nuvola di micro particelle d’acqua. I ventilatori con ghiaccio infine rinfrescano l’aria grazie a un serbatoio da rifornire di tavolette ghiacciate raffreddate nel congelatore.

Scrivi un commento