Casa, Altro

Tutti i tipi di orologi da collezione, come orientarsi tra i modelli

Tutti i tipi di orologi da collezione, come orientarsi tra i modelli: dagli orologi meccanici agli orologi con cronografo!

Un orologio da polso è formato dagli stessi elementi che componevano gli orologi antichi, monumentali o da tasca. Se li uniscono gli stessi meccanismi di funzionamento, la grande differenza tra loro è il principio della miniaturizzazione, reso possibile dal trasferimento del meccanismo di ricarica dalla chiave alla corona. E’ così, nel Novecento, che nasce l’orologio da polso.

Orologi meccanici manuali
Sono amati dai collezionisti in quanto sono i primi esemplari di orologi da polso, che ruppero con la tradizione costituendo una rivoluzione per la tradizione secolare dell’orologeria.

Orologi meccanici automatici
Questa categoria comprende pressoché tutti gli orologi da polso. Il principio base del loro funzionamento si avvicina al sogno di tutti gli orologiai dell’antichità: quello del moto perpetuo. La carica è dovuta a una massa oscillante che, muovendosi a ogni movimento dell’orologio, aziona la molla di carica dell’orologio.

Orologi con complicazioni
La massima espressione tecnica dell’orologeria meccanica è costituita da una o più funzioni aggiunte al movimento meccanico di base, ovvero all’indicazione dell’ora. Queste funzioni, chiamate complicazioni, sono realizzate aggiungendo un modulo supplementare al meccanismo di base o integrandolo all’orologio già in sede di progetto. Sono complicazioni il cronografo e il calendario.

Orologi di forma
Nel campo dell’orologeria si chiamano così quei modelli che hanno forma diversa da quella circolare, considerata l’archetipo dell’orologio tradizionale. Molto diffusi negli anni Trenta, quando l’estetica dell’Art Déco esprimeva una rottura con il passato, danno un tocco di ricercatezza a chi li porta.

Orologi elettronici
Nati intorno agli anni Settanta, funzionano grazie alle proprietà dei cristalli di quarzo che vibrano in maniera costante se collegati a una fonte di energia, ad esempio una pila. Questo meccanismo per molti orologi moderni ha sostituito quello a bilanciere, meno resistente e preciso. Gli orologi elettronici possono essere analogici o digitali; a questa categoria di orologi appartengono anche gli smartwatch.

Orologi militari
Forse i moderni orologi da polso nacquero proprio qui, indosso agli ufficiali degli eserciti occidentali, verso la fine dell’Ottocento. L’esigenza di avere a disposizione uno strumento pratico e funzionale, da consultare con un semplice colpo d’occhio, era dovuta alle nuove strategie di guerra, che richiedevano sempre più velocità e coordinazione alle truppe. Gli orologi militari si differenziano a seconda dell’Arma di appartenenza dei loro possessori: quelli degli aviatori sono di grandi dimensioni, da portare sulle maniche del giubbotto o legati alla gamba; quelli dei marinai a tenuta stagna. Tutti i modelli tuttavia sono caratterizzati da un certo minimalismo: quadrante scuro, chiara leggibilità delle cifre (sempre fosforescenti), cassa in acciaio, cinturini sobri e resistenti: insomma, tutti ingredienti che ne fanno l’oggetto del desiderio da parte dei collezionisti amanti del minimal.

Scrivi un commento